Pavimenti in pvc autoposanti. Caratteristiche tecniche e pregi

pavimenti pvc autoposantiPremessa:

I pavimenti autoposanti, definiti anche autoadagianti, sono al giorno d’oggi una tecnica versatile, forniscono soluzioni ultra-resistenti e durature per spazi destinati al traffico pesante e molto pesante, assicurano prestazioni elevate, bassa manutenzione e costi del ciclo di vita esemplari.

Ideali e fortemente consigliati per applicazioni in diversi ambiti quali, ad esempio, quelli inerenti la sanità, l’istruzione, la vendita, l’industria ed il commercio ma anche per uso residenziale ed infine  professionale.

Caratteristiche fondamentali del pavimento in pvc autoposante sono l’elasticità e la flessibilità; si deforma alla sollecitazione per poi riacquisire la forma originale ed iniziale. Queste tipologie di rivestimenti sono solitamente utilizzate per la realizzazione di aeroporti, uffici, negozi, palestre, opifici industriali, cliniche ed ospedali, scuole e asili, situazioni quindi dove la pulibilità, l’igiene e il comfort delle superfici ricoprono una funzione di primaria rilevanza ma, allo stesso tempo, dove le superfici sono soggette a traffico intenso ed utilizzo continuativo.

Tipologie presenti sul mercato:

I pavimenti “autoposanti” si suddividono in due grandi categorie, a seconda della destinazione:

-Pavimenti autoposanti di tipo decorativo: parliamo di quelli per uso residenziale o adibiti agli spazi rivolti alla vendita, possono essere ad esempio in doghe effetto legno o in piastre effetto pietra, solitamente hanno uno spessore di circa 4/5 mm.

-Pavimenti autoposanti di tipo tecnico: solitamente formati da piastre di dimensioni 50 x 50cm, con incastri di tipo “a puzzle”,  spessore circa 6/7 mm, sono resistenti al passaggio di muletti e/o carrelli elevatori, riescono ad attutire la caduta a terra di utensili e per questo particolarmente indicati per officine, garage, opifici industriali, sale fitness, sale pesi, ecc.

I pregi del pavimento in pvc autoposante:

La categoria dei pavimenti autoposanti, nello specifico quelli realizzati in p.v.c., possiedono innumerevoli  vantaggi, analizziamone i principali:

Su tutti, il principale beneficio è la posa facile e veloce  cioè senza l’aiuto di colle di tipo permanente, preservando la pavimentazione esistente in modo da coprirla e nasconderla senza però danneggiarla o senza l’onere e il disagio della rimozione. Nonostante le alte prestazioni fornite quindi le piastre sono semplici da installare e altrettanto facili da rimuovere.

Installare un pavimento autoposante è fattibile ed intuitivo anche nella propria abitazione, la posa avviene senza interventi speciali, direttamente sulla base preesistente. Si fissano le lame tra di loro tramite delle pratiche giunzioni di tipo “maschio/femmina” e con l´aiuto di un martelletto in gomma che ci assicurerà una superficie il più possibile conforme e regolare.

Questo tipo di piastre sono facilmente trasferibili , e permettono per questo l’accesso al piano d’appoggio originale per eventuali e futuri interventi sui sottofondi sottostanti senza ulteriori spese di rimozione e successivo ripristino del manto.

Ulteriore vantaggio importante, riguarda i costi e i tempi di riparazione minimi in caso di problemi che permettono la sostituzione delle sole piastre danneggiate e non della totale pavimentazione.

Inoltre sostituzione totale agevolata della pavimentazione con minima interferenza sull’operatività degli ambienti, la lavorazione di posa non comporta nessuna perdita di fatturato e nessun disagio alle fasi di lavorazione o vendita; in questo modo è possibile rivestire il proprio pavimento in maniera qualitativa in poco tempo, senza dover effettuare troppi spostamenti e, nel caso di spazi industriali senza dover incorrere in scomodi fermi di produzione.

Al termine dei lavori abbiamo un pavimento immediatamente calpestabile subito dopo la posa, in quanto non richiede nessun tipo di colla o lavorazione specifica.

La rimozione e il ricollocamento sono estremamente semplici: sono quindi un valido prodotto come protezione temporanea di pavimentazioni delicate come sale sportive, piste di danza, chiese, musei, ecc.;

Infine, il pavimento in pvc autoposante offre lunga stabilità e sopporta quasi ogni tipo di pressione e sollecitazione. Risulta particolarmente resistente al traffico intenso grazie ai suoi 2mm strato di usura.

Caratteristiche tecniche del pavimento in pvc autoposante:

Le prestazioni ottimali e l’elevata funzionalità fanno si che il pvc autoposante sia tra le soluzioni di rivestimento più apprezzate in ambito professionale e residenziale, infatti se installati correttamente, i pavimenti autoposanti durano almeno il triplo del tempo dei tradizionali rivestimenti in legno o ceramica solitamente più utilizzati.

Tra le caratteristiche da registrare per i pavimenti in pvc autoposanti c’è sicuramente il grado di resistenza all’usura che lo rende perfettamente adatto ad ogni situazione d’impiego, pavimento confortevole e sicuro perché antisdrucciolevole, antifatica e soprattutto  riesce ad ammortizzare la caduta a terra.

Risulta particolarmente adatto negli ambienti umidi: non risente né della forte umidità dei sottofondi su cui viene applicato, né di quella ambientale se posto in luoghi poco asciutti.

In ambito residenziale è adatto ad ambienti dotati di riscaldamento a pavimento ed è per questo  applicabile su ogni tipo di superficie abitativa, purché sia piana e su materiali quali ad esempio cemento, rivestimenti di vario genere, acciaio, legno, ceramiche, piastrelle e molti altri ancora.

Importante aspetto da sottolineare è il risparmio energetico offerto da questa tecnologia: negli ambienti dotati di pavimentazione in pvc si riescono a guadagnare circa 2°C di temperatura per isolamento termico .

Altre caratteristiche prestazionali: le piastre sono antistatiche e offrono un buon isolamento acustico, sono per di più particolarmente igieniche poiché riescono a trattenere la polvere; alta flessibilità, elasticità permanente, impermeabilità, resistenza, pulibilità, calore al tatto, isolamento ai rumori d’impatto, buona resistenza all’usura, resistenza alle macchie e resistenza all’acqua ed infine  bassa conduttività elettrica.

Per concludere alcune caratteristiche applicative: questi materiali sono molto leggeri, maneggevoli, adattabili a qualsiasi geometria (perchè sono facilmente tagliabili), e pertanto, come anticipato, si caratterizzano anche per la facilità di applicazione.

Arch. Roberto di Donato

About Arch. Roberto di Donato

Ho conseguito la Laurea Magistrale in Architettura presso la Facoltà “G. d’Annunzio” di Pescara, precedentemente diplomato Geometra presso l’ I.T.G. di Teramo. Successivamente ho avuto la possibilità di vivere appassionanti esperienze di formazione, presso diversi studi di architettura della regione. Professionalmente ho spaziato dall’allestimento d’interni alla progettazione esecutiva di opere pubbliche e private.Da sempre impegnato in concorsi di idee, architettura e design. Nel corso degli anni ho partecipato a numerosi viaggi di studio in Italia ed Europa, per approfondire e fotografare le principali emergenze architettoniche presenti; sostenitore del FAI e membro attivo di Legambiente. Appassionato di fotografia, web writing e social media.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *