Quali materiali usare in ambito sportivo? Differenze e caratteristiche

Martinengo BG Campo basket tracciatura righe 1Un ambiente così versatile come gli spazi adibiti ad attività sportive, richiedono un materiale di rivestimento decisamente adattabile e flessibile.

Il mercato oggi ci offre un´ampia scelta e gamma di pavimentazioni e rivestimenti capaci di adattarsi alle varie e molteplici attività sportive e motorie. Andiamo dal classico ed intramontabile parquet, alla gomma,al PVC, al più economico laminato, fino alla moquette e perchè no anche al piastrellato. Questi materiali elencati sono tutti prodotti validi e resilienti, ottime soluzioni per un  pavimento da utilizzare in ambito sportivo. Ma come e soprattutto quale di questi è opportuno scegliere per il nostro ambiente?

Il pavimento sportivo, come detto, è molto importante per una palestra, e non solo per ragioni estetiche, anch’esse assolutamente da non tralasciare. La pavimentazione ha diverse funzioni, deve assorbire gli urti e le cadute, deve consentire il movimento senza ostruirlo, deve ridurre i rumori e garantire una buona diffusione del suono e deve arredare l’ambiente rendendolo esteticamente desiderabile.

Per il gestore di una palestra può essere molto importante creare un ambiente in grado di attirare nuovi clienti, ma nella scelta del pavimento devono coesistere criteri di design con criteri pratico-funzionali.

Caratteristiche 

Analizziamo le caratteristiche principali che, un buon pavimento per palestre, deve assolutamente possedere: essere obbligatoriamente liscio e privo di pericolose parti in rilievo, non scivoloso e con  piano privo di pendenze, durevole, asettico ed infine fonoassorbente.

Nella scelta del pavimento influisce inoltre il tipo di attività sportiva ed il tipo di fruitori della palestra: il pavimento per la danza ad esempio è diverso da quello utilizzato per il basket, inoltre il pavimento per la palestra di un edificio scolastico sarà ovviamente diverso dal pavimento di una struttura privata.

Principali tipologie e differenze di pavimenti sportivi

Pavimenti in gomma.

La gomma è classificata come un ottimo materiale per le attività sportive, è super resistente, antibatterico in quanto risulta facile da lavare, è silenzioso ed infine, aspetto da non sottovalutare, è anche economico rispetto ai suoi diretti rivali.

E’ indicato soprattutto per le scuole o per quegli spazi utilizzati da bambini grazie alle sue proprietà che lo classificano come pavimento antitrauma; molto consigliato ed indicato anche in sala pesi, ambienti dove possono cadere attrezzi pesanti che rovinerebbero qualunque altro tipo di prodotto.

La gomma è un materiale tornato ultimamente di moda. Facile da installare e da pulire, si distingue per proprietà antibatteriche e per le alte prestazioni nell’assorbimento agli urti, alle cadute e agli shock. Di contro è tuttavia un sistema pesante, difficile da smaltire al termine del suo ciclo di vita e facilmente usurabile se installata in un ambiente troppo umido. Per quanto riguarda l’aspetto estetico, esistono in commercio pavimenti in gomma di ogni colore, ci si può quindi sbizzarrire con l’uso di pavimenti che arredano ogni tipo di ambiente.

La moquette

Questo prodotto è apprezzato perché considerato economico e ma in grado di donare comfort. Pavimenti per palestre in moquette richiedono sempre un installatore professionista e non sono ideali per quelle attività considerate più dure.

Pavimenti in PVC

Differente è il caso delle pavimentazioni in PVC. Negli ultimi tempi ha riscosso grande successo anche in ambito sportivo grazie alla sua grande flessibilità e durevolezza. Un materiale polifunzionale per ambienti sempre più polivalenti.

Analizziamo dettagliatamente le prestazioni che offre il PVC: innanzitutto la resilienza, il PVC infatti non si deforma neanche se sottoposto ad una forte pressione esercitata da pesanti macchinari e bilancieri; si adatta alla pressione del carico per poi tornare alla sua forma e consistenza originale. Secondo aspetto è la durevolezza nel tempo: benché leggero e flessibile, ha una robustezza notevole che diminuisce il rischio di deterioramento e danneggiamento, prolungandone così la durata. Diversamente da altre pavimentazioni, il vinilico non necessita di trattamenti speciali di manutenzione. Inoltre è antisdrucciolevole e antiscivolo: sono impermeabili grazie al decoro in rilievo in superficie, assorbono acqua senza deformarsi e senza dilatarsi. Altro aspetto da valutare è quello relativo  alla sicurezza: i pavimenti per palestra sono tenuti a rispettare rigide linee guida ,  il PVC è conforme allo standard europeo EN 14904 ed è per questo ideale in ambiti sia sportivi che in scuole. Igiene: pavimenti per palestra in PVC sono igienici e antibatterici, si puliscono facilmente con prodotti di uso quotidiano e non producono muffe o accumuli di umidità. Installazione facile e immediata: le pavimentazioni viniliche si servono del sistema “a incastro”, con montaggio a click che ne rende semplice l´opera di posatura.  Ecologico: il PVC è un materiale eco-sostenibile perché al 100% riciclabile, di natura organica e non emette tossine assicurando aria pulita in ogni ambiente.

I pavimenti in legno

Il pavimento in legno (principalmente il parquet) è uno dei più utilizzati in centri sportivi e palestre. Le qualità del legno sono infatti svariate: resistenza, elasticità, calore ed infine ma non da ultimo la bellezza.

Il problema che presenta un pavimento in legno è solo la manutenzione: il legno è indubbiamente un materiale più delicato della gomma o del PVC, va trattato in un certo modo e richiede periodicamente degli interventi specifici ed accurati come la levigatura, la lucidatura e la verniciatura.
E’ pur vero però che, una palestra con un parquet, è di sicuro molto più bella esteticamente ed accogliente rispetto ad una palestra con un pavimento in altro materiale. Altre caratteristiche favorevoli al legno sono l’ottima capacità fonoassorbente, l’estrema facilità di movimento ed il vantaggio di mantenere più caldo l’ambiente. E’ una scelta ottimale per centri sportivi ed in particolare per quel tipo di attività sportiva che richiede lo svolgimento di esercizi a terra o esercizi a piedi nudi.

Arch. Roberto di Donato

About Arch. Roberto di Donato

Ho conseguito la Laurea Magistrale in Architettura presso la Facoltà “G. d’Annunzio” di Pescara, precedentemente diplomato Geometra presso l’ I.T.G. di Teramo. Successivamente ho avuto la possibilità di vivere appassionanti esperienze di formazione, presso diversi studi di architettura della regione. Professionalmente ho spaziato dall’allestimento d’interni alla progettazione esecutiva di opere pubbliche e private.Da sempre impegnato in concorsi di idee, architettura e design. Nel corso degli anni ho partecipato a numerosi viaggi di studio in Italia ed Europa, per approfondire e fotografare le principali emergenze architettoniche presenti; sostenitore del FAI e membro attivo di Legambiente. Appassionato di fotografia, web writing e social media.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *