News: Arredamento Urbano

Arredo Urbano: i cestini per la raccolta differenziata

Come i Cestini fanno parte dell’Arredo Urbano
L’amore per il proprio territorio si può rendere pubblico in molteplici modi diversi, un apprezzabile gesto di sensibilità, per la salute e il benessere di tutti i cittadini ed i turisti è la pulizia e l’ordine delle aree di uso pubblico.

L’elemento d’arredo urbano pensato per questo scopo è indubbiamente il cestino per i rifiuti, che trova la massima efficacia nella raccolta definita “differenziata”. E’ importante infatti, per enti ed amministrazioni comunali, fornire strumenti per rendere la città un luogo vivibile e civilizzato. I cestini per la raccolta differenziata aiutano in modo semplice e veloce la divisione e lo smaltimento dei rifiuti, il primo passo appunto verso la diminuzione dell’inquinamento cittadino.

In un’ottica di tutela dell’ambiente circostante, i cestini per la raccolta differenziata da esterno puntano per definizione ad assicurare una migliore vivibilità delle città, oltre a conservare un ambiente sano per le generazioni future. E’ fondamentale per questo motivo presentare sempre più soluzioni per la raccolta differenziata in modo da cooperare alla sensibilizzazione dei cittadini sul tema dell’ecologia ed insegnare il rispetto per l’ambiente che ci ospita anche alle future generazioni.

L’obiettivo è riuscire a ripensare l’arredo urbano per comprende e considerare un altro aspetto del decoro, legato ai rifiuti, scegliendo di posizionare in diverse e molteplici zone un adeguato numero di cestini, senza dimenticare infine l’elemento posacenere che consente di mantenere pulite le strade, i parchi e tutte le aree di uso pubblico.

(leggi anche WPC: la bellezza del legno con la forza della plastica )

La raccolta differenziata

Nello specifico, la raccolta denominata appunto differenziata, consiste in una tecnica attraverso la quale vengono raccolti i rifiuti solidi di ogni genere, separandoli in base alla loro effettiva tipologia.

I contenitori usati per la raccolta differenziata servono quindi proprio per una corretta e categorica separazione del materiale organico e inorganico che andremo poi a smaltire giorno dopo giorno.

Il problema focale è che, un’operazione di questo tipo, va effettuata in maniera corretta da parte di tutti per fare in modo che possa dare i suoi frutti a lungo termine ed i materiali vanno smaltiti nei giusti contenitori, facendo molta attenzione alle eventuali differenze tra un prodotto ed un altro.

I Contenitori per la raccolta differenziata: caratteristiche

La raccolta differenziata per esterno presenta più di qualche diversità rispetto a quella che viene effettuata all’interno di una qualsiasi struttura o abitazione. La suddivisione dei vari rifiuti da inserire all’interno delle pattumiere raccolta differenziata è più o meno la stessa, ma ci troviamo di fronte a contenitori per spazzatura dalle dimensioni nettamente superiori. Inoltre, il materiale che viene smaltito nei cestini viene raccolto direttamente da camion appositi che passano in orari specifici.

I cestini per raccolta differenziata sono realizzati con materiali per resistere ad ogni condizione meteorologica, preferibilmente in acciaio o in polietilene. I porta rifiuti pubblici, sono pensati per ambienti esterni grazie alla lavorazione della lamiera, zincata e colorata con polveri epossidiche.

Tutte le parti metalliche dei prodotti sono zincate e verniciate con l’ausilio di polveri poliestere, garantendo, oltre la protezione dall’azione corrosiva dei raggi ultravioletti.

I cestini per la raccolta differenziata sono realizzati solitamente in acciaio inossidabile zincato, in modo da risultare resistenti agli agenti atmosferici più aggressivi e agli urti accidentali, oltre a essere resistenti alla ruggine.

Installazione dei cestini

I cestini per la raccolta differenziata possono essere installati di diversi modi: mediante il fissaggio con l’ausilio di tasselli a espansione, negli appositi inserti nella base in calcestruzzo oppure tramite l’utilizzo della ghisa.

L’estrazione dei sacchetti avviene tramite una serratura a chiave universale, per garantire rapidità d’esecuzione e pulizia durante le operazioni di ritiro. Ogni area del cestino è dotata di un’etichetta per indicare la loro specializzazione di smaltimento.

Design e funzionalità

I contenitori per la raccolta differenziata per esterno nascono con il fine di rendere la vivibilità all’interno di una qualsiasi città molto più facile, ovviamente poi cittadini devono essere ben educati a rispetto per l’ambiente e ad una mentalità basata sull’ecologia.

Sono sempre di più i comuni e le attività commerciali che hanno aumentato l’attenzione per l’ambiente e il corretto riciclo dei rifiuti utilizzando specifici arredi urbani.

Funzionali ed esteticamente belli, i cestini per la raccolta differenziata  sono disponibili solitamente con tre o quattro compartimenti per separare carta, plastica, vetro e indifferenziata e sono ottimali e consigliati anche per le attività commerciali di qualsiasi tipo.

Il design permette di sostituire i sacchetti in maniera pratica e rapida, inoltre c’è spesso anche la possibilità di personalizzare i cestini in svariate colorazioni, in modo da fornire un prodotto perfettamente integrabile con il paesaggio circostante.

Infine altri parametri che permettono la scelta dell’arredo sono la capacità contenitiva dei cestini in base alla fruizione prevista in quella determinata area, sono disponibili in tante misure diverse, in base alle esigenze, nonché della tipologia di design, che prevede la scelta tra cestini a paletto ossia fissati al suolo mediante un tubolare o con la più classica struttura del cestone.

L'autore

Arch. Roberto di Donato

Ho conseguito la Laurea Magistrale in Architettura presso la Facoltà “G. d’Annunzio” di Pescara, precedentemente diplomato Geometra presso l’ I.T.G. di Teramo. Successivamente ho avuto la possibilità di vivere appassionanti esperienze di formazione, presso diversi studi di architettura della regione. Professionalmente ho spaziato dall’allestimento d’interni alla progettazione esecutiva di opere pubbliche e private.Da sempre impegnato in concorsi di idee, architettura e design.

Nel corso degli anni ho partecipato a numerosi viaggi di studio in Italia ed Europa, per approfondire e fotografare le principali emergenze architettoniche presenti; sostenitore del FAI e membro attivo di Legambiente. Appassionato di fotografia, web writing e social media.

Lascia un commento

×