News: Pavimentazioni

I pavimenti vinilici dalla A …. alla Z

Pavimenti Vinilici in PVC, i suoi vantaggi

Con il termine “vinile” andiamo a denotare un materiale adoperato in molteplici applicazioni industriali perfino in campo alimentare, da anni viene utilizzato con frequenza anche nell’edilizia soprattutto per la realizzazione di pavimenti. Stiamo parlando, per intenderci, di quelle superfici  che comunemente ed erroneamente alcuni chiamano “linoleum”.

I pavimenti vinilici rappresentano il giusto compromesso che permettono di conferire gusto e ricercatezza senza dover per forza spendere somme elevate; parliamo appunto, di una soluzione che riesce ad accontentare sia coloro che cercano un design esclusivo sia coloro che desiderano poter innovare gli ambienti domestici prediligendo materiali economici ma allo stesso tempo validi.

L’edilizia, come accennato in precedenza, già da molto tempo ricorre ai pavimenti in vinile, essi vengono introdotti in contesti industriali, negli uffici, ma anche negli ambienti residenziali come ad esempio nella zona cucina, nella camera dei più piccoli o addirittura in bagno. In passato li abbiamo visti principalmente in ambienti pubblici come ospedali, ambulatori di vecchio stampo, in molte scuole e/o palestre, nei vagoni dei treni, nelle case prefabbricate ed in molti altri e svariati luoghi. Sono così spesso utilizzati per il forte valore funzionale infatti, sono semplicissimi da pulire e la manutenzione è praticamente pari a zero.

Oggi le cose sono ben diverse, troviamo in commercio una nuova generazione di pavimenti vinilici, altamente ornamentali e facili da posare; questi pavimenti si distinguono dai vecchi ed obsoleti PVC principalmente per la forma in cui si propongono: sono in forma di piastrella quadrata o rettangolare più o meno allungata a seconda dei gusti personali. Un ulteriore e più importante ed evidente differenza rispetto ai tramandati pavimenti vinilici è la qualità grafica, il design moderno e di conseguenza il forte potenziale ornamentale, offrono una vastissima varietà di decori anche di ampio pregio.

 I pro e i contro dei pavimenti vinilici

Le caratteristiche positive e di conseguenza i vantaggi offerti da un pavimento vinilico sono davvero numerosissime: la più importante è che non si deforma agevolmente e ciò lo rende il materiale perfetto per le stanze soggette a assiduo calpestio, è un ottimo isolante acustico ed è silenzioso al calpestio, resistente all’usura, facilissimo da posare anche in fai da te, idoneo alla posa su pavimenti riscaldanti, offre la possibilità di simulare perfettamente altri materiali come parquet , marmo o ceramica, ha uno spessore molto contenuto, solo 2/4 mm, quindi si tratta di un materiale ideale per la posa in sovrapposizione a pavimenti già esistenti, senza però dover affrontare i costi e i disagi della rimozione della vecchia superficie, ed infine ma non da ultimo, il costo contenuto rispetto a tutti gli altri materiali utilizzati per pavimentare o rivestire ambienti.

Da sottolineare infine che, i pavimenti vinilici, sono ecologicamente innovativi in quanto il vinile è uno dei pochi materiali per l’edilizia riciclabile al 100%; i pavimenti vinilici hanno inoltre un bassissimo livello di emissioni di composti organici volatili.

Quali sono gli svantaggi?

Gli svantaggi dei pavimenti vinilici moderni sono davvero pochi. Nel caso di vinile adesivo, ad esempio, il problema principale può essere dato dalla colla stesa per la sua posa, che potrebbe risultare poi difficile da rimuovere in caso di futura e successiva ristrutturazione. Per il vinile che imita l’aspetto di marmo o le venature del legno va poi ricordato che esso può presentare un problema di ripetizione della “texture” all’interno di un unico lotto. Infine, quando è prevista la posa sopra il pavimento preesistente, bisogna fare attenzione alla formazione di bolle d’aria al di sotto dovute ad un sottofondo non regolare. Si tratta appunto di svantaggi di poco conto rispetto ai vantaggi che può offrire.

Dove utilizzare i pavimenti vinilici

Questa tipologia di rivestimento non ha nulla da invidiare a materiali più titolati e dispendiosi; parliamo di un pavimento molto elastico: adatto quindi a usi come camerette dei bambini, ludoteche, asili, scuole ma si rivela una scelta avvincente da adottare in stanze anche umide come il bagno e la cucina. Il bagno, ad esempio, è un’area della casa soggetta a notevole umidità, il pavimento in vinile è la scelta opportuna per avere un luminoso spazio raffinatamente decorato senza dover imbattersi nella formazione di fastidiose muffe.

Il vinile, viene solitamente impiegato in aree abbondantemente calpestate: la sua resistenza agli urti ne fa il prodotto più adoperato per la pavimentazione di negozi e in generale di uffici e luoghi pubblici. Può essere applicato, con grande successo, anche nelle zone adibite agli hobby o nelle palestre, in quanto è capace di resistere alle frequenti sollecitazioni dovute al peso degli attrezzi.

Il vinile, come detto, è adatto anche alla zona cucina grazie alle sue “texture” in quanto riesce a recuperare non solo le eleganti sfumature del legno, ma anche la lucentezza senza tempo del marmo e si conferma la soluzione ottimale per le ristrutturazioni poco invasive avendo uno spessore decisamente ristretto ideale quindi per essere posato in sovrapposizione a pavimenti esistenti, ma soprattutto senza richiedere alcun intervento di riduzione dell’altezza su porte e portefinestre.

 Manutenzione dei pavimenti vinilici

Alcuni consigli su come mantenere in maniera ottimale i pavimenti in vinile, basta seguire delle piccole e semplici regole: per poter pulire il pavimento non occorrono macchinari specifici o abilità particolari, basterà semplicemente rimuovere la polvere e preferire un detersivo che sia delicato.

In questo modo si andrà a conservare la lucentezza del pavimento stesso, senza rinunciare ad avere ambienti assolutamente puliti ed igienizzati. Tra i consigli da tenere a mente, infine, va ricordato quello di non utilizzare mai troppa acqua per evitare che essa provochi infiltrazioni e sollevamento di lembi di pavimento.

Riassumendo, i pavimenti vinilici, sono una soluzione che coniuga l’estetica moderna con l’eleganza, la praticità e i costi davvero vantaggiosi.

L'autore

Arch. Roberto di Donato

Ho conseguito la Laurea Magistrale in Architettura presso la Facoltà “G. d’Annunzio” di Pescara, precedentemente diplomato Geometra presso l’ I.T.G. di Teramo. Successivamente ho avuto la possibilità di vivere appassionanti esperienze di formazione, presso diversi studi di architettura della regione. Professionalmente ho spaziato dall’allestimento d’interni alla progettazione esecutiva di opere pubbliche e private.Da sempre impegnato in concorsi di idee, architettura e design.

Nel corso degli anni ho partecipato a numerosi viaggi di studio in Italia ed Europa, per approfondire e fotografare le principali emergenze architettoniche presenti; sostenitore del FAI e membro attivo di Legambiente. Appassionato di fotografia, web writing e social media.

Lascia un commento

×