News: Parchi

Parchi gioco e i controlli periodici delle attrezzature

L’importanza dei controlli per la sicurezza dei bambini

Al giorno d’oggi, il tema “sicurezza” è divenuto di grande importanza, nello specifico, quando parliamo di parchi gioco o di luoghi frequentati da bambini, il concetto di sicurezza viene amplificato a dismisura. Vediamo allora nello specifico che tipo di controlli definiti appunto periodici e quali processi ed operazioni di manutenzione è necessario eseguire per proteggere i fruitori contro ogni possibile danno, infortunio o problematica di qualsiasi genere.

Le regole base

Innanzitutto bisogna individuare una figura preposta che si accolli il compito e l’onere di andare a controllare e verificare con scrupolosa attenzione le attrezzature ed i luoghi in questione, il gestore dell’attrezzatura da gioco, ha il compito principale e fondamentale di “controllare” per l’appunto. Solitamente, da parte del gestore o proprietario (nel caso di area privata), e’ buona norma tenere e compilare un libretto di controllo o di ispezione per ogni singolo gioco in modo da possedere uno storico per andare a ricostruire, in caso di necessità, controlli e operazioni eseguite su quella singola attrezzatura; inutile ricordare che le operazioni di manutenzione devono essere sempre eseguite obbligatoriamente nel momento in cui le attrezzature non vengono utilizzate.

Le attrezzature devono essere costruite installate e controllate tenendo conto delle sollecitazioni cui sono sottoposte dai bimbi che le utilizzano, i danni volontari ed involontari ed infine l’usura dovuta agli agenti atmosferici.

Occorre verificare scrupolosamente i sistemi di ancoraggio che assicurano la solidità del gioco e che non devono costituire essi stessi un pericolo per nessuna ragione.

Le vernici utilizzate per la colorazione dei singoli elementi debbono essere del tipo atossico e a forte spessore.

Massima attenzione inoltre alle parti realizzate in legno che non si devono scheggiare facilmente, non ci devono essere chiodi sporgenti né componenti aguzzi; i bulloni e le filettature devono sempre essere coperti o incassati e con saldature perfettamente levigate.

Le attrezzature, in definitiva, devono obbligatoriamente essere costruite in modo da non creare situazioni di pericolo tra cui:

  • fori in cui le dita possano rimanere imprigionate mentre il resto del corpo si muove o continua il movimento,
  • gli assemblaggi non devono potersi allentare da soli né smontati senza l’aiuto di appositi utensili.

sicurezza parchi gioco

I controlli periodici

Tutte le attrezzature richiedono una manutenzione continua e dei controlli costanti, queste operazioni permettono di garantire la sicurezza e la durata nel tempo delle attrezzature; nel nostro paese, è necessario fare riferimento a delle norme tecniche che costituiscono strumento di garanzia e di sicurezza, una tra tutte la norma UNI EN 1176-7-1999.

Fondamentalmente esistono tre tipologie di controlli:

  • Controllo visivo periodico con lo scopo di prevenire le rotture, evidenziare i rischi palesi da vandalismo, da utilizzo giornaliero o da usure da agenti atmosferici. Può essere giornaliero, finalizzato in particolare a evidenziare materiale pericolosi nei pressi dei giochi (bottiglie rotte, ecc…).
  • Controllo funzionale operativo con lo scopo di verificare l’usura (assenza di scabrosità, superfici lisce,ecc…) il buon funzionamento e la stabilità delle fondazioni delle attrezzature. Da eseguire con periodicità stagionale (da 1 a 3 mesi) e dopo ogni importante riparazione.
  • Controllo principale annuale da eseguire almeno una volta all’anno, da personale specializzato, in quanto può richiedere scavi o smantellamenti la fine di verificare la stabilità. E’ necessario seguire le indicazioni del fabbricante.

Frequenza dei controlli

Con quale frequenza è bene andare a verificare le condizioni delle singole attrezzature gioco?

Settimanale, ad esempio su campi gioco molto frequentati.

Mensile: (durante la bella stagione e l’utilizzo più intenso): controllo a vista e funzionale includendo lavori di manutenzione ordinaria come lubrificazione di pezzi mobili, il serraggio di bullonature, la pulizia o l’eventuale sostituzione della sabbia, ecc.

Semestrale/Annuale: si tratta di un controllo di tipo generale del parco giochi e degli attrezzi; manutenzione straordinaria e interventi più estesi di manutenzione e riparazione; scavo in prossimità dei piloni principali di sostegno – soprattutto quando il legno è a contatto diretto con il terreno – e verifica dello stato del materiale;

Infine ogni 8-10 anni: restauro generale dell’area giochi.

Ma cosa è necessario controllare con maggiore attenzione?

Scale, scale a gradini, corrimano, parapetti , balaustre laterali, gradini antisdrucciolo, l’apertura tra piolo e piolo non deve presentare pericolo di intrappolamento per la testa e il collo (distanza tra 130 e 230mm), pioli antiscivolo, non devono ruotare ed essere equidistanti tra loro. Piattaforme, devono essere protette da parapetto o balaustra di altezza mai inferiore a 600 mm.

I parapetti e le balaustre non devono consentire la possibilità di arrampicarsi o infilare parte del corpo a rischio di incastro. Per bimbi di età inferiore a 36 mesi balaustre a partire da 600 mm, per bambini di età superiore parapetti a partire da 1 m e balaustre a partire da 2 metri. Le piattaforme protette da balaustre o parapetti non devono mai superare i 3 metri dal suolo.

La manutenzione

Il controllo delle attrezzature da gioco può essenzialmente dividersi in due grandi macro aree: la manutenzione ordinaria ad esempio il semplice serraggio di elementi di fissaggio, la rimozione di eventuali detriti, la manutenzione di pavimentazione, la riverniciatura e il trattamento di parti esterne, lubrificazione giunti ecc…

La manutenzione correttiva invece consiste nella sostituzione vera e propria di elementi di fissaggio e o saldature, il rimpiazzo di parti logorate e imperfette, la sostituzione in toto di parti strutturali non funzionanti a dovere.

Giwa grazie alla sua esperienza nella selezione delle migliori aziende produttrici di Parco Giochi, altalene, giochi a molla e pavimentazioni antitrauma per esterni è in grado di consigliare e indicare la soluzione migliore alla vostra specifica esigenza.

Inoltre sul sito Giwa Giochi potete vedere e richiedere preventivi mirati in base ai moduli che volete acquistare per creare il vostro parco giochi su misura.

Non esitate ad entrare in contatto con noi per un preventivo personalizzato. Scriveteci o chiamateci per avere tutte le informazioni necessarie per effettuare il vostro ordine, saremo a vostra completa disposizione.

L'autore

Arch. Roberto di Donato

Ho conseguito la Laurea Magistrale in Architettura presso la Facoltà “G. d’Annunzio” di Pescara, precedentemente diplomato Geometra presso l’ I.T.G. di Teramo. Successivamente ho avuto la possibilità di vivere appassionanti esperienze di formazione, presso diversi studi di architettura della regione. Professionalmente ho spaziato dall’allestimento d’interni alla progettazione esecutiva di opere pubbliche e private.Da sempre impegnato in concorsi di idee, architettura e design.

Nel corso degli anni ho partecipato a numerosi viaggi di studio in Italia ed Europa, per approfondire e fotografare le principali emergenze architettoniche presenti; sostenitore del FAI e membro attivo di Legambiente. Appassionato di fotografia, web writing e social media.

Lascia un commento

×