News: Antitrauma Pavimentazioni

Pavimentazione anti trauma colata in opera

Colata di Gomma EPDM per pavimento antitrauma

Negli ultimi anni il “colato in opera” si è rivelato un’importante innovazione nel campo edile; grazie all’utilizzo di questa tecnica, infatti, la pavimentazione studiata per i parchi giochi, per le aree pubbliche o dedicate allo svago dei più piccoli, non assolve semplicemente al suo compito di protezione, ma acquista valenza estetica, di arredo e di gioco in sé, data l’innumerevole opportunità di creare alternanza di colori, forme, figure anche tridimensionali che possono essere realizzate su superfici asfaltate o cementate.

Il “colato in opera”, brevemente, non è altro che un materiale poroso e continuo costituito da granuli di gomma e collanti a base poliuretanica. Viene mescolato e posato direttamente sul posto con soluzione di continuità, usando macchine apposite. E’composto da un primo strato di base formato da granuli grezzi di gomma riciclata, mentre lo strato superiore di finitura è costituito da granuli in gomma colorata che andranno a dare vita al disegno o alla semplice colorazione finale.

Questa combinazione riesce ad offrire caratteristiche adatte per la pavimentazione di differenti ambienti. Come detto, per il sottofondo, il cemento o l’asfalto drenante sono i materiali che meglio si prestano ad essere ricoperti con questa pavimentazione e, nell’impossibilità di reperire suddetti materiali, possono essere utilizzati anche quelli standard, provvedendo alla disposizione della platea con una pendenza minima dell’1% circa.

Pregio fondamentale di questa tecnica è che grazie alla totale assenza di barriere architettoniche è idonea per l’utilizzo anche da parte di portatori di handicap, riducendo perfino il pericolo di incidenti, date le caratteristiche antiscivolo che perdurano anche in condizioni di forte umidità o fondo bagnato.

Infine, come anticipato, grazie alla possibilità di utilizzare differenti colori ed effetti la pavimentazione può diventare di per sé un gioco allegro e divertente, oppure segnalare aree del parco attrezzate per utilizzi differenti, come ad esempio una separazione tra spazio ricreativo e spazio sportivo essendo un prodotto adatto a terreni piani o con una leggera pendenza, si presta bene ad un’installazione anche successiva rispetto alle strutture ludiche o sportive adattandosi al meglio a qualunque tipo di parco o area.

I vantaggi della gomma colata in opera

pavimento colato in opera
Quando si tratta di realizzare superfici compatte e continue, atossiche e facili da lavare, la soluzione ideale è la pavimentazione in gomma colata in opera, questo tipo di pavimento tutela i bambini da tutti i tipi di pericoli.
Questa tipologia di lavorazione possiede alcuni rilevanti vantaggi: innanzitutto protezione certificata alla caduta dei bambini, riesce a rendere l’area sempre agibile da parte di tutti gli utilizzatori senza limitazioni dovute alle condizioni atmosferiche in quanto il manto in gomma colata è una superficie permeabile e drenante, è resistente al caldo e al gelo ; duratura in quanto la granulometria utilizzata conserva ottime caratteristiche elastiche nel tempo, la superficie che si ricava è antisdrucciolo ed antiscivolo, la pavimentazione colata è lavabile, facile da pulire dunque consente di ottenere un livello qualitativo di igiene persistente nel tempo, riduzione quasi totale delle manutenzioni da parte del responsabile dell’area, consente una vasta scelta di colorazioni e personalizzazioni creando così un’area stimolante per la fantasia dei bambini e maggiormente attrattiva dal punto di vista estetico. Infine, ma non da ultimo, non genera nessun tipo di barriera architettonica in quanto la colata da vita ad una superficie continua senza creare ostacoli o punti di pericolo per bambini, anziani o portatori di handicap.

Posa della pavimentazione e specifiche tecniche

pavimentazione antitrauma colato in opera

Pavimentazione antishock in doppio strato di diversa densità, realizzata in loco mediante miscelazione con macchine specifiche di granuli e resina poliuretanica.

La pavimentazione “colata in opera” è conforme alle normative vigenti (UNI-EN 1177) e viene posata con una gettata unica per un risultato senza giunture, omogeneo, che da vita ad una superficie piana, che copre ogni spazio e raggiunge ogni estremità ed angolo dell’area preposta per il gioco o per lo sport. Questa lavorazione si effettua su sottofondo esistente in calcestruzzo, asfalto, o terreno/stabilizzato ben compattato seguendo le diverse fasi: applicazione di un strato di gomma nera e legante poliuretanico ed applicazione di un secondo strato di rifinitura di spessore mm 10/15 mm. La pavimentazione così ottenuta da vita ad un manto uniforme, agevole, atossico, molto elastico e drenante anche in inverno o nelle stagioni piovose, evitando la formazione di ghiaccio superficiale. Il sottofondo, in gomma nera è proveniente dal riciclo di pneumatici pezzatura 2/6 mm. La rifinitura superficiale con pezzatura 1/4 mm può essere realizzata con due differenti tipi di materiale: gomma vergine colorata in massa; oppure granuli in gomma nera riciclata, sminuzzata e poi colorata in superficie (il colore non è applicato sulla superficie del pavimento una volta realizzato, ma è applicato dalle ditte produttrici del granulo sul granulo stesso, giungendo in loco in sacchetti composti da granuli già colorati).
Le colorazioni disponibili in commercio sono varie: rosso mattone, verde, blu, giallo, arancione e rosso fuoco.

Consigli utili e avvertenze

E’ utile ricordare che le pavimentazioni antitrauma in gomma colata sono calpestabili da persone, ma non sono carrabili. Il calpestio con calzature con punte o tacchi molto sottili possono pregiudicare la superficie, oltre che rendere pericoloso il camminamento rendendo l’appoggio del piede instabile. Pur essendo realizzabile anche su terreno/stabilizzato ben compattato, si sconsiglia la realizzazione di pavimentazioni in gomma colata su tale basamento, in quanto col tempo è molto probabile che si verifichino deformazioni superficiali del pavimento dovute a cedimenti limitati del terreno, anche in relazione alle condizioni atmosferiche, soprattutto se non perfettamente compattati.

A differenza di altri tipi di sistema smorza caduta, non può essere spostato né rimosso da personale non addetto, consentendo di ammortizzarne i costi più a lungo negli anni. Se collocato all’ uscita di uno scivolo o sotto un’altalena, in particolare, evita la formazione dell’effetto buca che solitamente tende a crearsi sotto queste strutture, proprio a causa del contatto ripetuto sullo stesso punto.

Infine sottolineiamo che è una tipologia di lavorazione altamente insonorizzante e per questo ideale per la realizzazione di parchi collocati nei centri urbani oppure adiacenti ad abitazioni.

Il materiale con cui la pavimentazione viene realizzata è assolutamente atossico, derivante da materie prime riciclate e naturali, riciclabile ancora al termine del suo utilizzo.

L'autore

Arch. Roberto di Donato

Ho conseguito la Laurea Magistrale in Architettura presso la Facoltà “G. d’Annunzio” di Pescara, precedentemente diplomato Geometra presso l’ I.T.G. di Teramo. Successivamente ho avuto la possibilità di vivere appassionanti esperienze di formazione, presso diversi studi di architettura della regione. Professionalmente ho spaziato dall’allestimento d’interni alla progettazione esecutiva di opere pubbliche e private.Da sempre impegnato in concorsi di idee, architettura e design.

Nel corso degli anni ho partecipato a numerosi viaggi di studio in Italia ed Europa, per approfondire e fotografare le principali emergenze architettoniche presenti; sostenitore del FAI e membro attivo di Legambiente. Appassionato di fotografia, web writing e social media.

2 Risposte a “Pavimentazione anti trauma colata in opera”

  1. simona ferrari

    buongiorno sono un presidente di una scuola materna e chiedevo se era possibile avere i prezzi per ricoprire una parte esterna di 103 Mq dove al centro vi è situato un pino secolare

    Rispondi

Lascia un commento

×