Paraspigoli,corrimano e paracolpi in policarbonato

Paraspigoli,corrimano e paracolpi in policarbonatoUn policarbonato non è altro che un “polimero termoplastico” ottenuto dall’acido carbonico.
Si tratta di un materiale molto affascinante dal punto di vista meccanico poiché è in grado di resistere a pesanti sovraccarichi e agli urti. I policarbonati contrastano agli acidi minerali, gli oli, gli idrocarburi, la benzina, i grassi e l’acqua al di sotto dei 70 °C mentre salendo al di sopra di tale temperatura, l’acqua attacca il polimero favorendo una progressiva decomposizione chimica.

Di fondamentale importanza ai fini delle applicazioni del policarbonato è la sua altissima tenacità. Il policarbonato è delicato all’intaglio con conseguente diminuzione della resistenza a fatica. Di contro presenta anche il problema di avere una superficie piuttosto tenera.

Dove viene utilizzato il policarbonato

Il policarbonato è un materiale davvero importante e molto considerato in architettura per le sue svariate possibilità di utilizzo. La sua leggerezza ne fanno la soluzione ottimale per realizzare rivestimenti, coperture, ma anche arredamento.

Il policarbonato, grazie alla sua trasparenza quasi assoluta, trova un ampio investimento non solo nel settore edilizio, ma anche in quello aeronautico, dell’elettronica, nel settore dei trasporti, ed in molti altri ancora. Il policarbonato è un materiale davvero esclusivo nel suo genere, contraddistinto da forte durezza e resistenza. Queste caratteristiche lo rendono consono per realizzare coperture di edifici, per ricavare tettoie e pensiline in virtù della sua grande tenacia e resistenza. Utilizzato soprattutto nel settore industriale per la costruzione di protezioni antinfortunistiche trova largo impiego anche nel campo medico e nel campo del design.
Infine, ma non da ultimo, è importante sottolineare la sua agevole lavorabilità: il policarbonato, infatti, può essere lavorato a freddo e sfruttato anche in costruzioni complesse.

Caratteristiche e specifiche tecniche del policarbonato

Vediamo ora le caratteristiche principali del policarbonato ed i suoi componenti che lo rendono a tutti gli effetti un materiale plastico ed unico nel suo genere. Utilizzare il policarbonato significa adottare un materiale che duri a lungo nel tempo grazie ad una forte resistenza meccanica ed agli urti che ne fanno il degno sostituto del vetro.

Al giorno d’oggi, in commercio, è possibile trovare essenzialmente due tipologie di policarbonato, quello compatto e quello definito alveolare. Una delle differenze principali è quella riguardante la trasparenza, più marcata nel caso del policarbonato di tipo compatto. In entrambi i casi comunque, il policarbonato mantiene intatte le sue caratteristiche di resistenza antiurto e forte resistenza contro gli agenti atmosferici, oltre ad essere di facile manutenzione e facile ripulitura. Il policarbonato è dotato di flessibilità e resistenza ai raggi UV rispetto al semplice PVC garantendo così una maggiore ed elevata durata nel tempo. Per la posa in opera risulta veloce e facile da installare ,resistente alle alte temperature, non permette la propagazione della fiamma ed alta resistenza agli urti.

Paraspigoli, corrimano e paracolpi in policarbonato

Come detto il policarbonato si presta perfettamente per la realizzazione di protezioni di sicurezza come ad esempio: paraspigoli, corrimano e paracolpi da utilizzare in scuole, ludoteche, strutture ricreative pubbliche e private, ospedali, parchi gioco ed infine anche in ambito privato (Vedi anche Materiale EVA: dai paraspigoli ai pavimenti antitrauma).
Queste protezioni in policarbonato solitamente possiamo trovarle in commercio con dimensioni personalizzabili a seconda delle necessità, finiture solitamente tondeggianti proprio per proteggere ulteriormente in caso di caduta accidentale e dall’estetica molto piacevole per adattarsi al meglio a qualsiasi tipologia di ambiente. Vantaggio notevole è l’ingombro poco invasivo che rendono le protezioni in policarbonato una valida alternativa ai tradizionali prodotti realizzati con altri materiali.

I paraspigoli e i paracolpi risultano essere efficaci come: protezione da apporre su lamiere, protezione per sporgenze, protezione per profili, protezione per spigoli vivi, protezione per ripiani, protezione per tavoli in vetro; sono protezioni dotate di un’ ottima capacità di assorbimento agli urti, sono repellenti a tutte le sostanze, antibatteriche ed antimuffa. Solitamente sono utilizzati in ambienti interni ma adatti anche per l’esterno in abitazioni, impianti sportivi, palestre, giardini, industria, prima infanzia, scuole e strutture ricettive. Per la posa in opera, il paraspigolo e il paracolpi possono essere fissati a pressione con l’uso del biadesivo (ovviamente solo per interni) oppure con collante specifico per una presa maggiore e per usi esterni. Disponibili in commercio anche nella versione atossica o ignifuga. Per i corrimano il fissaggio a muro avviene tramite dei tasselli. La superficie dei corrimano solitamente è goffrata ed antigraffio.

Normativa vigente

Il policarbonato come già anticipato è un materiale di tipo ignifugo e presenta una infiammabilità in Classe I secondo la norma UNI 9177 ovvero auto-estinguente ed un’emissione di fumi in classe F2 rispettando la normativa AFNORM 15/101 ossia non emette fumi opachi o tossici in caso di incendio, al contrario dei prodotti realizzati in PVC.
Per legge tutti i prodotti devono essere certificati e sottoposti a test qualitativi per assicurare la massima affidabilità e sicurezza, parliamo appunto di prodotti certificati C.E. e obbligatoriamente conformi alle prescrizioni della Direttiva Europea 93/42 per i dispositivi medici.

I prodotti in policarbonato ignifugo devono essere realizzati con un alto grado di resistenza secondo le leggi inerenti le nuove normative per l’edilizia in materia di prevenzione incendi che riportano le caratteristiche che devono avere i rivestimenti che s’impiegano nelle aree e nei locali pubblici e di grande passaggio esigendo materiali auto-estinguenti ed atossici nella combustione e soprattutto che non propaghino il fuoco.

Conclusioni

In conclusione i profili per paracolpi o paraspigoli, i rivestimenti ed in generale le protezioni realizzate in policarbonato grazie ad un vasta gamma di colori offrono un elevato valore estetico, robustezza e sicurezza riuscendo a rappresentare la soluzione ideale dal punto di vista igenico e sanitario.

Arch. Roberto di Donato

About Arch. Roberto di Donato

Ho conseguito la Laurea Magistrale in Architettura presso la Facoltà “G. d’Annunzio” di Pescara, precedentemente diplomato Geometra presso l’ I.T.G. di Teramo. Successivamente ho avuto la possibilità di vivere appassionanti esperienze di formazione, presso diversi studi di architettura della regione. Professionalmente ho spaziato dall’allestimento d’interni alla progettazione esecutiva di opere pubbliche e private.Da sempre impegnato in concorsi di idee, architettura e design. Nel corso degli anni ho partecipato a numerosi viaggi di studio in Italia ed Europa, per approfondire e fotografare le principali emergenze architettoniche presenti; sostenitore del FAI e membro attivo di Legambiente. Appassionato di fotografia, web writing e social media.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *